Copyright © Ente Gestore C.N.A.P. “B. Cellini” S.r.l.

Capitale sociale euro 101.400 i.v. - C.F./P.IVA 00622230126

C.C.I.A.A. n. 74682 - R.E.A. n. 3996 - R.E.C. n. 58148 - L.R.D.M. 22-05-53 - Presa d’atto n. 5402, 10-8-90  M.P.I.


Informativa Cookies


Note Legali

HOME GREEN SCHOOL 2018/2019 GREEN SCHOOL 2017/2018 GREEN SCHOOL 2016/2017

SEZIONE DEDICATA AI PROGETTI GREEN SCHOOL

Il nostro Istituto ha ottenuto la certificazione Green School per i seguenti anni:

PROGETTO GREEN SCHOOL

Green School è un progetto gestito da un Comitato Tecnico composto da Provincia di Varese, Agenda 21 Laghi, Uninsubria, CAST ONG con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia – AT di Varese, che certifica annualmente le scuole della provincia di Varese che si impegnano concretamente a diventare delle eccellenze in termini di sostenibilità riducendo la propria impronta ecologica attraverso comportamenti ed azioni virtuose e promuovendo una cultura ambientale tra gli studenti, le famiglie, le istituzioni e in generale all’esterno, tra la comunità.


COSA E’ UNA GREEN SCHOOL


La Green School è una scuola che si impegna a ridurre il proprio impatto sull’ambiente limitando le emissioni di CO2 nell’atmosfera; è un modello di scuola evoluta che svolge un ruolo attivo nelle politiche locali ambientali e contribuisce, con l’innovazione della didattica e degli strumenti formativi,alla crescita di nuove generazioni più consapevoli e soprattutto protagoniste di un futuro di uno sviluppo sostenibile, educando i propri alunni ad un atteggiamento attivo di tutela dell’ecosistema.

Le Green Schools sono costruite su alcuni pilastri portanti:

Risparmio energetico

Riduzione dei rifiuti

Mobilità sostenibile

Educazione alla sostenibilità

Riduzione degli sprechi alimentari

Risparmio di acqua

Ambiente e biodiversità


Le Green Schools sono scuole certificate per il loro impegno concreto a ridurre la propria impronta ecologica e a educare i propri studenti e gli adulti ad adottare un comportamento attivo e virtuoso per l'ambiente.
Si distinguono grazie all’intensa eco-attività sviluppata dalla scuola che collabora fattivamente per uno sviluppo più sostenibile del territorio in cui è insediata. Le Green School sono un modello di scuola evoluta che svolge un ruolo attivo nelle politiche locali ambientali e contribuisce, con l’innovazione della didattica e degli strumenti formativi, alla crescita di nuove generazioni più consapevoli e soprattutto protagoniste di un futuro sostenibile.

 Le Green Schools sono esempio di collaborazione e di cittadinanza attiva! Studenti, insegnanti e personale non docente collaborano tutti per un obiettivo comune quello di ridurre l’impronta ecologica e di integrare nella didattica le tematiche ambientali diventando così un buon esempio sia di sostenibilità ambientale che di innovazione didattica.

 Le Green Schools sono responsabili! Attraverso semplici comportamenti controllano e riducono i consumi energetici ponendo attenzione all’uso delle luci, migliorano la raccolta differenziata e riducono la produzione dei rifiuti (es. riducendo gli sprechi alimentari ed eliminando l’uso delle bottigliette di plastica nelle mense) e in tanti casi gli studenti raggiungono la scuola con mezzi sostenibili (es. pedibus, bicibus e carpooling)!

 Le Green Schools sono creative! Sono tante le invenzioni trovate dalle scuole per fare sviluppo sostenibile: dall’open day dedicato ad ambiente&innovazione, alla piattaforma mobile che segue i bambini per raccogliere i rifiuti; dalla creazione di oggetti con materiali di riuso, alla realizzazione di video spot.

 Le Green Schools sono innovative e smart! Nella didattica le tematiche dello sviluppo sostenibile sono pienamente integrate nelle materie di studio innovando così il percorso formativo degli studenti verso profili green e l’uso delle nuove tecnologie è una consuetudine.


IL PROGETTO

Green School si propone di supportare e promuovere le scuole del territorio che si impegnano a diventare delle eccellenze in termini di sostenibilità ambientale attraverso la riduzione della propria impronta ecologica e la promozione di una cultura dello sviluppo sostenibile tra gli studenti, le famiglie, le istituzioni e in generale tra la comunità.  

Le tematiche su cui si possono impostare le attività Green School sono molteplici. Di seguito si elencano solo alcune tematiche sui cui agire:

 energia e cambiamenti climatici (riduzione dei consumi ed energie rinnovabili)

 rifiuti (riduzione e riuso, raccolta differenziata, abbandono rifiuti)

 mobilità (riduzione uso auto, incremento uso trasporti meno impattanti)

biodiversità e rete ecologica (monitoraggio aree naturali, misure per incrementare la biodiversità locale, ecc.)

spreco alimentare (riduzione degli sprechi alimentare nelle mense, ecc.)

 acqua (riduzione dei consumi idrici, ecc.)


LA RETE DELLE GREEN SCHOOLS


La nostra scuola non è sola! Sono molte le scuole della provincia di Varese con il green factor!

Per vedere quali sono le altre Green Schools e per scoprire quali buone pratiche sostenibili realizzano consultare i seguenti link:


Rete Green Schools & Mappa Green Schools



Tutte le informazioni aggiuntive sul progetto Green School e i materiali aggiuntivi sono reperibili ai seguenti link:

www.modusriciclandi.info

www.greenschoolsforum.wordpress.com


















La nostra scuola è una



della Provincia di Varese










Inoltre, ormai da anni, il nostro Istituto aderisce all’iniziativa







M'illumino di Meno in breve

Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio.
Un'iniziativa simbolica e concreta - spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell'umanità - che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la 
Torre di Pisa, il Colosseo, l'Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell'Italia – Quirinale, Senato e Camera– e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M'illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell'inquinamento luminoso.
Dall'inizio di M'illumino di Meno, in 
14 anni, il mondo è cambiato. L'efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici.
M'illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta.